Condividi

►Il Blog per essere sempre un passo avanti◄

Una finestra sul mondo di OGGI.
Attualità, cultura, arte, tecnologie, internet,
sport, musica, viaggi...e tanto altro ancora.
Per saperne di TUTTO...un PO'!!

CRONACA ► L'uragano Sandy mette in ginocchio New York. Dichiarato "stato di catastrofe"


Ore 0.00 (ora locale) - A New York ha quasi smesso di piovere e in verità non ha quasi piovuto affatto. Il vento è ancora forte ma non fischia più, le raffiche sono meno frequenti. Sandy, uragano degradato a ciclone post tropicale, è arrivato sulla costa del New Jersey con venti a 150 chilometri orari nei pressi di Atlantic City ma il dove conta poco per una tempesta estesa per oltre 1500 chilometri e undici Stati, dalle Carolinas al Massachusetts. Oltre cinque milioni di persone sono rimaste senza elettricità sulla costa orientale degli Stati Uniti, non succedeva dal grande blackout del 2003. Tredici persone hanno perso la vita, in un bilancio per il momento provvisorio.

Fifth Avenue al buio

Manhattan
Hudson River
Ground Zero allagata
Al di là di alberi e linee elettriche abbattuti dal vento, il vero k.o. di Frankenstorm (il nomignolo dato alla tempesta per la concomitanza con la festa di Halloween, mercoledì) è arrivato con l’alta marea. L’imponente fronte dell’uragano ha spinto una massa immensa di acqua verso la costa facendo salire il livello dell’acqua nella baia di Chesapeake prima e poi nella baia dell’Hudson. Per la regione di New York le conseguenze sono state drammatiche. La marea - complice anche la luna piena - è salita di oltre quattro metri sopra il livello consueto e numerose aree di Manhattan sono state allagate: Lower East Side, Alphabet City, Wall Street, Ground Zero, Battery Park, Chelsea. L’acqua ha messo fuori uso diverse centraline di Con Edison, la società elettrica di New York, e lentamente un buio surreale ha avvolto Manhattan. Si sono spenti anche i grattacieli (salvo pochissime eccezioni, come la sede di Goldman Sachs) a sud della 39ma strada.
L’acqua ha allagato parcheggi sotterranei, i tunnel stradali e della metropolitana che
collegano Manhattan a Brooklyn e Queens oltre l’East River. Ci vorranno giorni prima che il traffico torni alla normalità e quasi una settimana per far tornare l’elettricità.
Times Square sotto l'acqua

Come avviene per ogni uragano, dozzine di giornalisti televisivi hanno sfidato marea e onde (particolarmente drammatica la corrispondenza di Ali Velshi, il capo dell’economico di Cnn, da Atlantic City) facendo una pausa sulla copertura della campagna elettorale per il voto di martedì prossimo.

Tra le conseguenze più drammatiche del blackout c’è l’evacuazione della clinica universitaria della New York University, uno dei principali ospedali di New York. I generatori di emergenza non sono entrati in funzione ed è scattato il trasferimento dei pazienti verso altri ospedali, nel pieno della bufera, con dozzine di ambulanze. Gli eroi di Sandy non sono i pompieri ma gli infermieri. Gli allagamenti hanno reso più difficile il passaggio dei soccorsi in alcune zone di Brooklyn e Staten Island.

Nella serata si è sparsa la voce su Twitter che il Nyse, la sede della borsa di New York, fosse sotto un metro d’acqua. La notizia rilanciata dal Cnn è stata in seguito smentita. Anzi è già scattato un piano per la riapertura dei mercati questa settimana, nonostante il blackout.

Washington deserta

Allagamenti East Coast

Cuba devastata

















Per ulteriori aggiornamenti in tempo realeABC News

0 commenti:

Posta un commento

Blog Archive

Followers

Translate

PERCHE' NASCE QUESTO BLOG?


Beh, semplicissimo: voglia di informare!
Ma non mancheranno spunti di riflessione, sondaggi e curiosità per tutti coloro che sono stufi delle solite ingombranti notizie:S.

Perciò se vuoi sapere
cosa succede nel mondo in modo veloce, senza perderti nella giungla dell'informazione, o solo staccare un pò la spina...senza dubbi:

QUESTO E' IL BLOG CHE FA PER TE!

Visualizzazioni totali

VOTA QUESTO BLOG

Blog d'argento